Poesia di strada

I MURI DELLE CITTÀ PARLANO

“Sono affollati di segni sbiaditi e sovrascritti, messaggi spontanei e grezzi, invasivi e liberi. Per molti, queste verità urbane restano invisibili, per altri si tratta solo di imbrattamento, ma per qualcuno sono una forma di poesia: poesia di strada. La poesia di strada è una crepa nello spazio urbano, un’azione che frattura la prevedibilità della visione e al contempo mette in relazione chi scrive, chi legge e il luogo in cui ciò avviene. I destinatari di questo gesto sono “chiunque”, i suoi promotori, potenzialmente, chiunque. […]Oggi la poesia di strada coinvolge centinaia di autori che in modo capillare da nord a sud riversano parole nello spazio pubblico per riappropriarsene e innescare un dialogo con i luoghi e i suoi abitanti. Uscendo di casa si possono incontrare innumerevoli interventi che intercettano un pubblico ogni giorno più vasto ed eterogeneo, non un’entità compatta, ma una moltitudine di individui provocati al pensieroIn modo analogo anche i messaggi veicolati dagli autori hanno sfumature e intenti diversi: ogni voce, così come ogni reazione possibile, è inevitabilmente influenzata dal contesto in cui viene innestata. Proprio per questo la poesia di strada ha un’identità aperta e si caratterizza come un sistema multiforme in cui la relazione tra tutti gli elementi in gioco costituisce lo spazio della sua originalità”. (da “Con le parole ovunque” di Francesco Maria Terzago e MisterCaos – Ed. AgenziaX)

LA MAPPATURA
DELLA POESIA DI STRADA

Copyright © 2020 by Dario Pruonto – MisterCaos. All rights reserved

LA CRONOLOGIA
DELLA POESIA DI STRADA

Copyright © 2020 by Dario Pruonto – MisterCaos. All rights reserved