Skip to content

Er Pinto

BIO

Er Pinto è un poeta anonimo, nato al Trullo quartiere periferico di Roma.
L’anonimato è una scelta di libertà grazie alla quale può svincolarsi dall’immagine e dal proprio nome reale per riuscire a proporre la sua vera essenza, la più interiore.Inizia il suo percorso artistico entrando a far parte del collettivo “Poeti der Trullo” nel 2010 per poi uscirne sei anni dopo.
Scrive i suoi testi online e sotto forma di “Street Poetry” sui muri della città. Nel 2015 pubblica in “Metroromantici”, la prima raccolta di poesie dei Poeti der Trullo, (al sesto posto assoluto nella classifica nazionale La Feltrinelli 2017) contenente anche il Manifesto del Metroromanticismo vero e proprio movimento letterario del quale è pioniere e precursore. Nello stesso anno è tra gli organizzatori della terza edizione del “Festival Internazionale di Poesia di Strada” realizzato al Trullo, un festival indipendente che vede collaborare diversi poeti di strada e collettivi poetici italiani con alcuni Street Artist della capitale, trasformando il quartiere in uno dei quartieri simbolo della Street Art. Nel 2017 inzia anche un altro percorso artistico basato sulla poesia, la calligrafia e l’illustrazione in collaborazione con Yest. Il duo si firma Point Eyes, semi-anagramma di Pinto e Yest. Pubblica il suo primo libro da singolo dal titolo Il Peso delle Cose  raccolta del poeta anonimo contenente circa 50 inediti più una sezione fotografica dedicata alla poesia di strada.

“Condividere un pensiero poetico. Creare connessione e empatia tra le persone attraverso un gesto di libertà che mira a chiudere il cerchio del processo artistico/creativo. La poesia come gesto e il muro come mezzo”.

COLLETTIVI

Point Eyes

Pratiche

Adesivi, Scrittura, Stencil

Galleria

Citazioni

"C’ho rime nella testa ner core ‘na tempesta"

Rassegna stampa

  • 1
    %source% /