Skip to content

Umanamente in bilico

BIO

Valerio Di Benedetto (Roma, 20 Agosto 1985) nasce attore, si scopre poeta, e ancora non sa come morirà. Debutta al cinema con “Spaghetti Story”, è Dylan Dog in “Vittima degli Eventi”, partecipa a molte webseries (“The Pills”,“L’amore al tempo del precariato”) e serie tv (“Nero a Metà” su Rai 1, “Romolo e Giuly – la guerra mondiale italiana” su Sky Fox). È cofondatore di una compagnia con cui fa teatro di strada e visite guidate teatralizzate da undici anni. Ha calcato palchi importanti, dal Teatro Piccolo Eliseo (“Liberi tutti” di Elda Alvigini) all’OffOff Theatre (“L’effetto che fa”, dramma sull’omicidio Varani) fino ad arrivare al Teatro Brancaccio, con “Che disastro di Commedia” di Mark Bell, successo internazionale che ha girato tutta Italia, raggiungendo in tre anni centosessanta repliche. “Amore a Tiratura Limitata” è la sua prima raccolta di poesie, edita da Miraggi Edizioni. La sua poesia non si è limitata alla carta stampata, ma è volata sui muri e sulle saracinesche dei negozi, avviando un prolifico percorso di street-poetry, sotto lo pseudonimo di “Umanamente in Bilico” e collaborando con molti artisti. Dopo aver colorato le sue poesie in diverse città (Roma, Milano, Parigi) e avendo partecipato a molti festival (“5° festival internazionale della poesia di strada”, “GAU – Gallerie Urbane Centocelle 2017”), decide di evolvere la sua arte realizzando dei veri e propri quadri, di differenti misure, con le lamiere delle saracinesche, rendendo così la sua street-poetry itinerante e portandola in spazi chiusi. La sua prima mostra si svolge a Roma nell’Aprile del 2018 al “Seedo – Galleria Marconi” e inaugura, nel Settembre 2018, “Il Margutta – Vegetarian food & art” nella storica Via Margutta con una personale di venti opere. È uno dei dieci finalisti nella sezione street-art del bando per giovani artisti “Artefici del nostro tempo” indetto dal Comune di Venezia. L’opera con cui ha partecipato verrà esposta al Centro Culturale Candiani in occasione della Biennale di Venezia 2019. Il percorso artistico contempla anche un aspetto di protesta sociale (sanPOETRYno) e di riciclo (spray-poetry). “Ruggine” è la sua seconda raccolta di poesie che uscirà nel 2020, sempre per Miraggi Edizioni.

COLLETTIVI

Pratiche

Scrittura, Stencil

Galleria

Citazioni

"Vedo cose. Faccio gente. E ogni tanto scrivo. Ogni tanto"

Rassegna stampa